lunedì 29 settembre 2008

"Il punto" di Paolo D'Abramo

La Pro soccombe anche a San Giusto Canavese, 1 a 0 il risultato finale. La squadra di mister Gianluca Gaudenzi ha disputato una gara che ha evidenziato le consuete pecche. Discreta davanti con attaccanti che però sono serviti assai poco, in difesa e a centrocampo i problemi sono tanti. Il mister vercellese ha lasciato in panchina Ciolli arretrando La Marca e sacrificando così un centrocampista in grado di dare quantità al reparto. Per cercare di recuperare il risultato ha poi tolto Didu per inserire il rientrante Egbedi ma nulla è mutato. I bianchi recriminano per una rete annullata a Barbieri per fuorigioco su azione susseguente ad una traversa colpita da Magrin su punizione ma, al di là dell'episodio e della clamorosa occasione consegnata da Chiaretti in solitudine davanti al numero uno di casa Pozzato, il risultato è sostanzialmente giusto. Al termine della gara tra Canavese e Pro Vercelli alcuni protagonisti hanno rilasciato dichiarazioni. Marco Sesia, trainer del Canavese: «E' stata una partita tirata, non bellissima. Certo, mi aspettavo una gara di questo tipo, la Pro Vercelli doveva arrivare agguerrita dopo i non felici risultati fin qui ottenuti. I vercellesi sono partiti bene poi noi ci siamo assestati e siamo andati in crescendo. Avremmo potuto chiudere prima il match e invece abbiamo sofferto un pò. L'inserimento da parte mia di un difensore centrale è stato causato dall'ingresso di Egbedi nel momento di maggior pressione degli ospiti. Non commento mai le decisioni arbitrali, nè per la mia squadra nè per gli avversari». Il terzino Daniel Brescani: «Ci è mancato il goal, abbiamo avuto occasioni, sfortuna, abbiamo sbagliato una palla a centrocampo e loro sono stati bravi ad andare via in contropiede. A mio avviso è un "fatto di testa", dobbiamo esserci per tutti i 90 minuti, mai mollare. Ora ricominciamo a lavorare per domenica, non dobbiamo cedere». Il centrocampista Michele Magrin: «Non dobbiamo trovare attenuanti, stiamo a recriminare su una partita che abbiamo comunque giocato. Dobbiamo riuscire a fare arrivare la palla davanti con meno cross dal centro e più dal fondo, cercare di lavorare di più sulle fasce laterali. E' necessario mantenere tra di noi il coraggio, la grinta e la qualità che abbiamo, mai mollare». Il mister Gianluca Gaudenzi ha invece preferito non rilasciare dichiarazioni. Al momento pare che comunque non ci siano decisioni relative a mutamenti nell'assetto dello staff tecnico della squadra.
paolo d'abramo il punto interviste pro vc video

1 commento:

NUOVO CINGHIALE CASALE ha detto...

Sembra un'annata grama per voi